[Libri] “Al mio giudice” di Alessandro Perissinotto – Rizzoli 2004, 236 pag.

Al mio giudice 3

Era da tempo che un libro non mi teneva incollato alle sue pagine dall’inizio alla fine, come invece ha fatto questo “Al mio giudice” di Alessandro Perissinotto (Torino, 1964).

Luca Barberis è un informatico esperto di sistemi di sicurezza che ha avuto un grosso successo ed ora è in grossa difficoltà ed è, soprattutto l’ autore di un brutale omicidio. Si dà alla fuga e decide di scrivere una mail al giudice incaricato del caso, Giulia Ambrosini, che dice:

Vuole sapere come l’ho ucciso? Vorrei saperlo anch’io.

No, certo, non il freddo resoconto dei fatti di quella sera: chissà quante volte l’ha letto nei verbali degli interrogatori e nelle perizie della Scientifica. No, intendevo come ho fatto a prendere la decisione di ucciderlo; sì, perché a un certo punto ho deciso e l’ho fatto. Non credevo che ne sarei stato capace, a dire il vero non ci avevo mai pensato: l’omicidio non è un’idea come un’altra, un’eventualità che prendi in considerazione. Adesso so che lo posso fare, che magari lo rifarò.

 E aggiunge:

Non si lasci ingannare, signor giudice, dalla freddezza con cui descrivo la scena. È che una volta scritte le cose diventano asettiche, ma se lei potesse vedere quello che vedono i miei occhi quando sono chiusi! Se lei potesse entrare in uno degli incubi che ogni notte popolano il mio sonno, scoprirebbe quanto è incancellabile l’orrore di chi uccide. [..] Darei qualunque cosa per tornare indietro, ma penso che non avrò difficoltà ad andare avanti, ad ammazzare di nuovo.

[..] Quando ho letto sui giornali che le indagini erano state affidate a lei ho avuto paura. Lei il mio giudice! Un giudice donna, lontano dai grandi palcoscenici, ma sempre precisa, decisiva; così la descrivono. Ma poi ho pensato che in fondo era meglio, perché lei mi avrebbe capito, a lei avrei potuto spiegare tutto. No, non confido nell’indulgenza, e poi non è la sua che dovrei implorare, ma la clemenza della corte giudicante, che però non mi interessa, perché so che non mi prenderanno. È solo che, l’altro giorno, mi sono detto che forse ognuno di noi è il ricordo che lascia, niente di più. Perciò volevo lasciare un ricordo esatto, preciso, vero [..]

Vorrei tanto dire che per la morte di Giuliano Lajanca la colpa è della società, ma io la società non so nemmeno cosa sia, ripeto solo che dietro c’è una storia, una storia complicata che comincia tre anni fa e che arriva fino al prossimo delitto, quello che sto per compiere.

Inizia così un appassionante scambio di email che proseguirà per tutto il libro e scaverà nella storia di Luca per  svelarci quali intrighi siano stati  alla base dei suoi momenti di successo, prima, e di fallimento poi. Ci saranno altri omicidi e Luca sarà costretto  a vagabondare per proteggere la propria fuga.  Peccato che in questo vagabondare ci sia, poco prima del finale, una parte con qualche passaggio a luci rosse evitabile, ma perdonato questo piccolo neo il romanzo è assolutamente godibile ed avvincente con una narrazione semplice e lineare particolarmente efficace.

Uno dei migliori thriller letti in questi ultimi tempi.

Mio  gradimento da 4 a 5 stelline ****/*****

-.-

Memo: nella categoria Libri :

– I miei precedenti post
– La tabella di riepilogo.
– Le mie cinque stelline

Questa voce è stata pubblicata in Le 5 stelline, Libri letti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a [Libri] “Al mio giudice” di Alessandro Perissinotto – Rizzoli 2004, 236 pag.

  1. mariella1953 ha detto:

    Molto bello!
    Dello stesso autore è fantastica la serie con una psicologa protagonista,sono quattro mi pare e molto belli!
    Ciao e buona serata !

    • frz40 ha detto:

      Figuriamoci se non l’avevi già letto.🙂 !
      Sì sono tre. E’ la serie delle indagini di Anna Pavesi:
      Una piccola storia ignobile, Rizzoli (Premio Camaiore di Letteratura Gialla, 2006) (2006)
      L’ultima notte bianca, Rizzoli (2007)
      L’orchestra dei Titanic, Rizzoli (2008)
      Me li ero già appuntati.
      Buona serata.

  2. Tania ha detto:

    Bellissimo,,,,,, buona giornataaaaa

  3. Pingback: [Libri] “Una piccola storia ignobile” di Alessandro Perissinotto – Rizzoli 2006, 234 pag. | Frz40's Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...