[Libri] “La scatola nera” e “Il dio della colpa” di Michael Connelly – Piemme 2015

Sono due le grandi serie di successo di Michael Connelly (Filadelfia, 21 luglio 1956): quella con protagonista il detective Hanry Bosch che consta di diciannove romanzi pubblicati dal 1992  (La memoria del topo – The Black Echo) –  al 2016 (The Wrong Side Of Goodbye  la cui uscita negli USA è prevista a Novembre),  e quella dei cinque romanzi che hanno per protagonista l’avvocato  Mikey Haller iniziata nel 2005 con Avvocato di difesa (The Lincoln Lawyer) e giunge al 2013 con Il dio della colpa (The Gods of Guilt).

La serie Hanry Bosh si innesta nel filone dei polizieschi d’azione; la seconda, quella di Makey Haller,  si innesta nel filone dei legal thriller. Questi gli ultimi due libri letti:

La scatola nera – Piemme 2015, 365p. (titolo originale: “The black box”, 2012)

Nella vita – dice la presentazione – ci sono momenti in cui è difficile conciliare attività professionale e vita privata.  Harry Bosch si trova in uno di questi momenti. Ha una figlia adolescente di cui occuparsi, una ragazzina per cui è ormai l’unico punto di riferimento, e ha il lavoro, quello che vive da sempre come una missione, che assorbe quasi totalmente i suoi pensieri. E che si fa sempre più pressante ora che Bosch è alle prese con un caso che lo inquieta particolarmente. L’aveva già affrontato vent’anni prima, nel 1992, all’epoca dei disordini scoppiati a Los Angeles dopo il pestaggio di Rodney King da parte della polizia, quando era stato chiamato sulla scena dell’omicidio di una giovane fotografa danese. Poi le indagini erano state assegnate a un altro dipartimento, senza alcun esito. Ed ecco che Harry, passato all’unità Casi Irrisolti, viene incaricato di occuparsi proprio di quel delitto. Ma il lavoro di indagine è complicato anche dalle continue interferenze del nuovo capo, un impiccione che gli mette i bastoni tra le ruote, non gli autorizza le trasferte e arriva a deferirlo anche alla commissione disciplinare.

Bosch, come sempre, va dritto per la sua strada e, intuendo che la morte della giovane non è stata causata dalla situazione esplosiva della città, ma è legata a un intrigo assai più complesso, si inoltra in un labirinto di indizi alla ricerca della “scatola nera”, l’elemento rivelatore che potrà fornirgli la soluzione del caso.

Cosa ne penso io? E’ un thriller molto ben strutturato con molti colpi di scena e morti ammazzati. Personalmente,  però, non amo molto i gialli d’azione  e il mio gradimento è di sole tre stelline (***). Ho letto, tuttavia, molti favorevolissimi commenti  (vedi ad esempio qui) e credo che gli amanti del genere lo potranno meglio apprezzare.

Il dio della colpa – Piemme 2015, 417p. – (titolo originale:“The Gods of Guilt”, 2013)

E’ il quinto e più recente romanzo della serie Mikey Haller

Questa la presentazione su Wikipedia:

Per l’avvocato Haller non è un periodo semplice. Ha perso le elezioni per diventare procuratore, nonostante i sondaggi lo dessero in vantaggio di cinque punti rispetto al suo avversario. Uno dei suoi clienti, che ha aiutato a uscire dal carcere, ha investito e ucciso due donne, l’ amica di sua figlia Hayley e la madre: per questo motivo la ragazza ha dovuto cambiare scuola e non vuole più rivolgergli la parola. Come se non bastasse, lo studio non naviga in buone acque perché i casi civilistici rendono poco e sempre meno gente è in grado di pagare.

Mentre si trova in tribunale, Haller riceve un sms dall’ex moglie e segretaria Lorna che lo informa di un caso di omicidio a loro assegnato: André La Cosse, sviluppatore di siti web e social pr, è accusato di aver ucciso una delle sue clienti, la prostituta Giselle Dallinger, e pare che sia stata proprio quest’ultima a segnalargli Haller come avvocato difensore. Negli archivi dello studio non risulta nessuna Giselle Dallinger, ma Haller resta di sasso quando scopre che in realtà si tratta di Gloria Dayton, prostituta conosciuta come Giorni di gloria che in passato aveva difeso in parecchi casi e che aveva tentato più volte di aiutare a cambiare vita.

Il caso sembra essere legato a un’altra vicenda, quella di Hector Arande Moya, uno spacciatore di droga condannato all’ergastolo in seguito alla denuncia di Gloria per detenzione illegale di cocaina. Haller, all’epoca avvocato dell’accusa, viene chiamato a deporre da Sylvester Fulgoni, noto avvocato finito in carcere per evasione fiscale: a esercitare è il figlio Sylvester Jr., un ragazzo laureato da poco e del tutto incapace, manovrato dal padre a distanza. I Fulgoni hanno infatti presentato istanza di revisione del processo a carico di Moya perché è emersa una prova che ne potrebbe determinare la scarcerazione: una pistola, detenuta illegalmente dallo stesso Moya, trovata insieme alla droga della cui esistenza l’accusato era del tutto ignaro. Haller capisce che il legame tra i casi La Cosse e Moya è molto forte e, nonostante i rapporti ostili con Fulgoni, decide di collaborare con lui per risolverli entrambi. L’indagine si spinge però molto in la, fino a coinvolgere addirittura la DEA, e alcuni personaggi poco raccomandabili della malavita locale.

Devo dire che è’ un libro che mi ha lasciato molto interdetto. Giunto a metà e avevo pressoché deciso di abbandonarlo, tanto la storia era noiosa e poco avvincente. Sono contento di non averlo fatto perché poche pagine dopo inizia il dibattito in aula e il romanzo sale nettamente di livello e diventa appassionante.

Nel complesso mio gradimento ***/**** (da tre a quattro stelline) che è una media tra un tre scarso della prima parte e un quattro abbondante della seconda.

-.-

Memo: nella categoria Libri :

– I miei precedenti post
– La tabella di riepilogo.
– Le mie cinque stelline

Questa voce è stata pubblicata in Libri letti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a [Libri] “La scatola nera” e “Il dio della colpa” di Michael Connelly – Piemme 2015

  1. mariella1953 ha detto:

    ho letto qualcosa della serie Bosch ma non mi ha mai convinto e ho lasciato perdere!
    buona serata!

  2. Pingback: [Libri] “Avvocato di difesa” di Michael Connelly – Piemme, 2008 – 448p. | Frz40's Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...