[Libri] “Una ragazza bugiarda” di Ali Land – Newton Compton Editori (30 marzo 2017, 351 pag.)

Una ragazza bugiarda

Angosciante, sconvolgente,  tormentoso. E’ “Una ragazza bugiarda”, romanzo  di Ali Land, una scrittrice inglese esordiente, laureata in Psicologia, che ha trascorso dieci anni lavorando negli ospedali e nelle scuole di Regno Unito e Australia.

La protagonista Annie è una ragazzina di quindici anni che ha visto la madre uccidere, nel tempo, nove bambini nella stanza battezzata “Il parco  giochi”.

Otto gradini. Altri quattro.
La porta sulla destra.
Il parco giochi.
È così che lo chiamava.
Dove si facevano giochi malvagi
e il vincitore era sempre lo stesso.
Quando non era il mio turno, lei mi faceva guardare.
Un buco nella parete.
E poi mi chiedeva: che cosa hai visto, Annie?
Che cosa hai visto?

Il nono era un suo amico, Daniel, e lei l’ha denunciata. Ora ha un nuovo nome, Milly, e vive insieme ad una nuova famiglia: Mike, la moglie Saskia e la figlia, Phoebe, ma il pensiero del processo che si avvicina, nel quale sarà chiamata come testimone, non le dà tregua.

Perdonami quando ti dico che sono stata io. Sono stata io a parlare.

Il detective. Un uomo gentile, con un bel pancione tondo. All’inizio era incredulo. Poi ho tirato fuori dalla borsa la salopette macchiata. Così piccola.

L’orsacchiotto sul davanti era tutto schizzato di sangue. Avrei potuto portarne anche altre, ne avevo tante tra cui scegliere. Lei non ha mai saputo che le conservavo.

Il detective si è spostato sulla poltrona. Un rapido scatto in avanti. Del suo corpo e del suo istinto.

La sua mano. Ho visto che tremava mentre prendeva il telefono. Vieni, ha detto. Devi ascoltare. L’attesa silenziosa prima che arrivasse il suo superiore. Sopportabile, per me. Non così tanto per lui. Centinaia di domande che gli martellavano nella testa. Sta dicendo la verità? Non può essere, no? Impossibile. Così tanti? Tutti morti? Certo che no.

Ho raccontato di nuovo tutta la storia. E poi di nuovo. Era sempre la stessa. A essere diverse erano le facce che mi guardavano, le orecchie che mi ascoltavano. Ho detto loro tutto.

Be’.

Quasi tutto.

 Anche adattarsi ai ritmi e alle abitudini della nuova famiglia è molto più complicato di quanto avesse pensato. Mike, che inizialmente aveva richiesto l’affidamento di Milly sperando di poterla aiutare, è sopraffatto dai suoi impegni di psicoterapeuta. Saskia riesce a malapena a gestire la figlia naturale, e non è in grado di occuparsi anche di quella adottiva. Phoebe ha reagito malissimo all’arrivo di Milly: è sempre di malumore, vorrebbe che se ne andasse e, per rivalsa, comincia a maltrattarla, spalleggiata dalle amiche. Milly si sente isolata e in cerca di sostegno. Avrebbe assoluto bisogno di qualcuno che le desse ascolto: ci sono segreti che riguardano i crimini di sua madre, di cui sa molto di più di quanto non abbia confessato. Eppure nessuno sembra disposto a farlo…

Ha il fascino e la suspense delle storie angoscianti: da tre a quattro stelline (***/****) il mio gradimento, ma non leggetelo se temete le storie troppo tormentose.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri letti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a [Libri] “Una ragazza bugiarda” di Ali Land – Newton Compton Editori (30 marzo 2017, 351 pag.)

  1. mariella1953 ha detto:

    Se é bello…..😉😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...