[Libri] “L’amore addosso” di Sara Rattaro – Sperling & Kupfer (21 marzo 2017, 240 pag.)

l'amore addosso

Sara Rattaro scrive magnificamente bene; le sue storie toccano i sentimenti, fanno riflettere e anche questo “L’amore addosso” mi ha tenuto incollato alle sue pagine, dalla prima all’ultima, Ma, questa volta, con un po’ di delusione.

L’inizio è intrigante. Giulia è sulla spiaggia con il suo amante, Federico, sposato e padre di due figli, quando lui si sente male. Chiama un’ambulanza e lo accompagna in ospedale. Qui viene a sapere che è appena stato ricoverato anche suo marito, Emanuele,  vittima di un incidente stradale, mentre era alla guida dell’auto con una bella biondina seduta accanto. E’ una situazione alquanto imbarazzante. Giulia si trova a far la parte di quella che riceve i ringraziamenti della moglie di Federico per averlo soccorso e non sa come spiegare a sua sorella di non essere stata rintracciabile per essere informata dell’incidente del marito.

E’ il destino, con la sua ironia, – dice l’editore – che ha scelto proprio quel giorno per fare entrare in collisione le due metà della sua vita: da una parte, quella in cui è, o sembra, una moglie fortunata e una figlia devota; dall’altra, quella in cui vive di nascosto una passione assoluta e sfugge al perbenismo di sua madre – alle ipocrisie, ai non detti, a una verità inconfessabile. Una verità che perseguita Giulia come una spina sotto pelle; un segreto che fa di lei quell’essere così tormentato e unico, luminoso e buio; un vuoto d’amore che si porta addosso come una presenza ingombrante, un caos che può soltanto esplodere. Perché l’amore è una voce che non puoi zittire”.

Giulia è una donna irrisolta, ricca di slanci e contraddizioni. La Rattaro la dipinge magistralmente nel contesto di “una storia – prosegue l’editore – potente e sincera, che parla di famiglia e amore, amicizia e desideri inafferrabili. Una storia che mette a nudo gli alibi dietro cui ci nascondiamo per paura di ferire o essere giudicati, le bugie che diciamo per amore ma che solo un amore vero potrà poi perdonare. L’amore addosso è un romanzo in cui è la nostra stessa vita a raccontarsi tra le pagine e le emozioni ci arrivano dritte al cuore.”

Ma c’è un ma: non sono riuscito ad amarla. Troppo complessa e lontana, forse, dal mio modo di pensare. Troppo vecchio io?

Tre sole stelline (***), per questa volta, ma la Rattaro rimane una delle mie scrittrici preferite.

SARA RATTARO è nata a Genova nel 1975. Laureata in Biologia e in Scienze della Comunicazione, ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. È già autrice di cinque romanzi, accolti con grande successo da librai, lettori e critica, e tradotti in nove lingue: Sulla sedia sbagliata, Un uso qualunque di te, Non volare via (Premio Città di Rieti 2014), Niente è come te (Premio Bancarella 2015 e per me cinque  stelline (*****), Splendi più che puoi (Premio Rapallo Carige 2016).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri letti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a [Libri] “L’amore addosso” di Sara Rattaro – Sperling & Kupfer (21 marzo 2017, 240 pag.)

  1. marisamoles ha detto:

    Amo molto questa scrittrice, come sai, ma non ho ancora acquistato l’ultimo romanzo. Purtroppo ho davvero poco tempo e la testa talmente piena di cose da fare e ricordare che non oso nemmeno dedicarmi alla lettura per diletto che, essendo appunto un piacere, non potrei godermi fino in fondo.
    Da quello che leggo, gli “ingredienti” di questo romanzo sono quelli che la Rattaro ama e forse questo, se leggi tutti i suoi libri, può portare a una certa noia. Non so, cerco di capire perché non ti sia piaciuto come gli altri. Lo leggerò senza dubbio questa estate, assieme ad altri testi che ho già in lista.

    Buona festa. Un abbraccio.

    P.S. Leggo sempre i tuoi post anche se non commento. Ci tengo a farti sapere che non mi dimentico mai di te. 🙂

    • frz40 ha detto:

      Mi è difficile spiegare perché mi è piaciuto meno senza rivelare la trama del libro. Posso aggiungere che mi ha fatto storcere un po’ il naso la motivazione che spinge Giulia al tradimento e che sui comportamenti di qualche personaggio di contorno ho qualche perplessità. Come sempre accade, poi, è questione di momenti. Credo comunque che ne valga la lettura e, forse, le tre stelline sono un po’ severe.
      Ti ringrazio per il tuo P.S. che mi ha fatto molto piacere. Faccio sempre più fatica a scrivere e raramente commento, ma anch’io ti ho sempre nel cuore.

  2. Elena ha detto:

    L’ho adorato, come tutti i libri della Rattaro. Giulia non mi è piaciuta soprattutto in ospedale, troppo fredda verso il marito…come è possibile? Anche perché alla fine, forse non per scelta, resta con lui.

    • frz40 ha detto:

      Concordo. Ma che dire di Flavia che non fa assolutamente nulla quando scopre che Irene e giulia sono la stessa persona? E i maschietti? Uno che non si capisce fino a che punto è travolto dall’amore, l’altro che non si capisce perché abbia il bisogno di farsi un’amica-solo-amica-segreta. La Rattaro si fa adorare per come scrive, ma mi pare che questa volta abbia perso qualche legame logico. O no?

  3. mariella1953 ha detto:

    Non ho ancora letto nulla di questa scrittrice…rimedierò!

  4. Monique ha detto:

    Lo stile della Rattaro mi piace, ma questo libro non l’ho letto. A trattenermi proprio un “ma” che divide la mia concezione, forse anche io sono “antica”, da quella di Giulia…non mi ritrovo in una certa mentalità corrente per cui se le cose sono frequenti allora diventano normali o per cui tutto deve girare intorno alla propria realizzazione personale, anche a discapito degli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...