[Libri] “Uomini che restano” di Sara Rattaro – Sperling & Kupfer (2018, 250 pag.)

Uomini che restano.jpeg

 

Dalla presentazione del libro:

Fosca è scappata da Milano e dalla confessione scioccante con cui suo marito ha messo fine in un istante alla loro lunga storia, una verità che per anni ha taciuto a lei, a tutti, persino a se stesso. Valeria nasconde sotto un caschetto perfetto e un sorriso solare i segni di una malattia che sta affrontando senza il conforto dell’uomo che amava, perché lui non è disposto a condividere con lei anche la cattiva sorte.

Quel vuoto le avvicina, ma a unirle più profondamente sarà ben presto un’amicizia vera, di quelle che ti fanno sentire a casa. Perché la stessa vita che senza preavviso ti strappa ciò a cui tieni, non esita a stupirti con tutto il buono che può nascondersi dietro una fine. Ti porta a perderti, per ritrovarti. Ti costringe a dire addio, per concederti una seconda possibilità. Ti libera da chi sa soltanto fuggire, per farti scoprire chi è disposto a tutto pur di restare al tuo fianco: affetti tenaci, nuovi amici e amici di sempre, amori che non fanno promesse a metà.

Sara Rattaro racconta le nostre emozioni come se sapesse leggerci dentro. Sono nostre le paure e le speranze, le illusioni e gli smarrimenti di fronte alle mille variabili dell’amore, alle traiettorie imprevedibili dell’esistenza. Sono eroi normali quelli che vincono in questa storia, donne e uomini che hanno il coraggio di lottare nei momenti più duri, di accettarsi senza indossare maschere, di tenere aperta la porta del cuore per esporsi al destino e ricominciare.

Per me,  in breve:

E’ proprio brava la Rattaro. Benché i due casi trattati (una lei abbandonata da un marito che scopre di essere gay e una lei lasciata da un marito non disposto a condividere le pene di una brutta malattia) non fossero, per la verità, di mio grande interesse, la narrazione è fluida e coinvolgente e la lettura scorre tutta d’un fiato: quattro stelline (****).

L’autore:

Sara Rattaro (1975) è nata a Genova. Laureata in Biologia e in Scienze della Comunicazione, ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. È autrice di romanzi accolti con grande successo da librai, lettori e critica, e tradotti in nove lingue: Sulla sedia sbagliata, Un uso qualunque di te, Non volare via (Premio Città di Rieti 2014), Niente è come te (Premio Bancarella 2015), Splendi più che puoi (Premio Rapallo Carige 2016), L’amore addosso e Il cacciatore di sogni, il suo primo libro per ragazzi. È docente di Scrittura creativa presso l’Università degli studi di Genova.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri letti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a [Libri] “Uomini che restano” di Sara Rattaro – Sperling & Kupfer (2018, 250 pag.)

  1. quarchedundepegi ha detto:

    BUON GIORNO.
    Mi fa piacere leggere la tua presenza…
    Un abbraccio.
    Quarc

  2. Elena ha detto:

    Ciao! Come sempre Sara non sbaglia un colpo! Sai che l ho conosciuta molto bene ! Proprio una bella persona Baci E

    Il giorno gio 5 apr 2018 alle 13:35 Frz40’s Blog ha scritto:

    > frz40 posted: ” Dalla presentazione del libro: Fosca è scappata da > Milano e dalla confessione scioccante con cui suo marito ha messo fine in > un istante alla loro lunga storia, una verità che per anni ha taciuto a > lei, a tutti, persino a se stesso. Valeria nasco” >

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...