Tatuaggi in TV al Maurizio Costanzo Talk

Dal 7 marzo scorso va in onda su RAI 2 il “Maurizio Costanzo TALK”, alle 18,45. Ospiti fissi Pierluigi Diaco, Enrico Vaime, Emanuela Pesci, per i contatti in diretta col sito web, e la sexy violinista Nancy Squitieri.

Partecipano di volta in volta ospiti e opinionisti vari per affrontare temi di carattere generale di rilievo sociale e fatti di cronaca.

Non l’avete mai visto? Non vi siete persi nulla.

Costanzo è insopportabile. E’ ingrassato ulteriormente, è invecchiato e invecchiata è pure quella sua sgradevole voce stridula con forte cadenza romanesca. Sempre più marcata e indisponente rimane quell’aria da “qui so tutto io”.

Vaime era arguto tempo fa, ora molto meno, Diaco è simpatico ma a volte passa il segno, come ieri sera che ci ha voluto spiegare che Asia Argento il tatuaggio dell’Angelo del Paradiso se l’è fatto fare proprio lì, perché lì c’è il paradiso delle donne.

Già. Di tatuaggi si parlava ieri sera. Il tema era quello dei “record” un po’ strani. Di tre in particolare si trattava. Quello di un cioccolatiere, Mirco Dalla Vecchia, del primatista del mondo per immersione in apnea Gianluca Genoni e del tatuaggiatore Alessandro Bonaccorsi.

Il pasticcere ha realizzato, nel gennaio scorso,  il cono gelato più grande del mondo, alto 2,81 metri.

Gianluca Genoni fa fatto da testimone ad un matrimonio sott’acqua con 260 invitati e ha parlato del suo record di 151 metri realizzato il 10 ottobre 2010.

Il tatuaggiatore per 31 ore ha tatuato consecutivamente, senza prender sonno,  19 persone.

Se dei primi due record a livello di curiosità, anche se non d’attualità,  ci può interessare qualcosa, mi chiedo a chi sia potuto importare del terzo. Ma soprattutto mi chiedo se sia stato opportuno parlare di tatuaggi alla tv. Che i programmi RAI abbiano ormai sbracato e all’audience sacrifichino ogni buon gusto è ormai scontato, ma alle 19 di sera far da apripista alla spesso pericolosa pratica del tatuaggio non mi sembrava proprio il caso. E ben poche parole sono state spese per mettere in guardia contro i pericoli di questa pratica.

Va beh, lo share del Maurizio Costanzo TALK arriva appena al 4%, e l’avranno visto in pochi. Meglio così.

Ma dove vanno a finire i nostri soldi, in mano a mamma RAI!

Questa voce è stata pubblicata in il mondo della tv e dello spettacolo e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...