Già, e dopo Cortina …

“E dopo Cortina, Portofino e Tigullio, a forza di setacciare il Bel Paese, gli 007 del fisco arriveranno anche i Parlamento?” (E’ un Tweet di Filippo Russo)

Che ne dite? Io ne dubito.

 

Questa voce è stata pubblicata in Sorridiamo anche un po' e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Già, e dopo Cortina …

  1. elisabetta ha detto:

    🙂 Credo che quello sia un percorso, anzi un traguardo fuori dagli itinerari stabiliti…. una escursione facoltativa non desiderata, quindi una indagine da indagare oramai in prescrizione…
    Ci vorrebbero 007 speciali, ma di quel tipo il nostro Nucleo Investigativo della Finanza non ne ha.
    Dobbiamo accontentarci delle varie Cortina, Portofino, Tigullio e quelle che ancora restano. Intanto chi indaga si fa il giro gratuito dei luoghi più esclusivi per farsi qualche giorno in più di vacanza. 🙂

    🙂 eli

  2. quarchedundepegi ha detto:

    Non solo non finiranno in Parlamento ma, quando gli 007 avranno setacciato un bel po’ di soldini, potranno farsi un aumento di stipendio… gli 007 e i parlamentari.

  3. Parsifal ha detto:

    Buon giorno a tutti!
    Cari, chi indaga fa semplicemente il suo dovere lavorando con impegno a prescindere dai luoghi e poi, detto tra noi, non mi sembra il modo ideale per trascorrere le vacanze!
    Passare le giornate a controllare scontrini fiscali e fatture, in un’atmosfera festaiola per tutti gli altri, a parer mio merita solo plausi.
    L’unica cosa che c’è da chiedersi è perchè con i precedenti Governi (e sottolineo PRECEDENTI al plurale) ciò non sia mai avvenuto ….specie in certi luoghi.
    Una poliziotta ironicamente si chiedeva il perchè di tanto sconcerto da parte di “villeggianti” e gestori dal momento che, grazie “probabilmente” alla presenza di tanti controllori, gli affari mostravano addirittura incrementi del 300% rispetto agli anni precedenti! ….Chissà come mai?
    Sull’augurio che anche in Parlamento possa avvenire qualcosa di simile mi unisco al desiderio/sogno di tutte le persone oneste. 🙂

    • frz40 ha detto:

      Questi controlli ci sono sempre stati, forse con minor intensità, certamente con minor scenografia.

      Due anni fa ne sono stato partecipe. A fine Agosto in una località ligure sono uscito da una pasticceria con una meringata pagata 13,10 euro. Sulla porta sono stato fermato da un finanziere che mi ha chiesto quanto avevo pagato e lo scontrino. Ero convinto di averlo, ma non era così. Sono rientrato col finanziere che mi ha fatto testimoniare di aver pagato quel prezzo e ha chiesto di verificare il registratore di cassa per riscontrare se negli ultimi minuti era stato battuto uno scontrino con quel prezzo.

      Non era stato battuto e ne è nato un verbale a carico del commerciante (non vi sono responsabilità per il cliente) che ho dovuto controfirmare.

      Quel controllo non era casuale; stavano controllando tutti i negozi di quella zona.

      Non sono contrario a questi controlli, purché avvengano tanto a Cortina, quanto a Pizzo Calabro di Sotto.

  4. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  5. Drilly ha detto:

    Io avevo un amico, sindacalista di sinistra, che dopo varie riunioni a difenere lo stato precario degli operai, si ritrovava con amici e collaboratori a finire la serata in ristoranti di gran lusso. Peccato che mangiasse il risottino al tartufo con il cucchiaio.

  6. Drilly ha detto:

    Forse mi sbaglio ma io ho sempre saputo che il cliente trovato senza scontrino all’uscita di un negozio con il pacchetto in mano è colpevole quanto il negoziante e quindi soggetto a multa. Forse le cose sono ora cambiate.

  7. Parsifal ha detto:

    Caro Frz
    Mi riferisco alla tua risposta su Cortina, Portofino etc. E’ vero, i controlli ci sono sempre stati ma una concentrazione nei posti più frequentati e più esclusivi è chiaramente un gesto dimostrativo da parte dell’attuale Governo la cui portata in termini comunicazionali non può essere sfuggita a nessuno: lotta all’evasione a tutti i livelli senza quartiere.(secondo me un buon segno proprio perchè, non a caso, marcatamente demagogico)
    Controlli a tappeto a Pizzo Calabro avrebbero destato qualche giustificata perplessità.
    Speriamo bene.

    • frz40 ha detto:

      E’ chiaro che il gesto è stato dimostrativo, ma mi perdonerai se lo ritengo un mezzuccio poco serio.

      Il riferimento a Pizzo Calabro è solo per ricordare che in molte aree del Sud quel tipo d’evasione raggiunge il 90 %, ma quelle, evidentemente, sono zone “protette”.

  8. Parsifal ha detto:

    Sarà …sarà … a me sembra che Monti ed io suoi facciano sul serio. Stiamo a vedere.

  9. Drilly ha detto:

    Si Monti farà sul serio………ma a quando i controlli sulla casta ? E’ vero che lui fa parte del club dei milionari?

  10. Parsifal ha detto:

    Far parte dei milionari, specie in questa fase storica, per certi versi potrebbe essere una maggior garanzia rispetto a chi, senza arte nè parte, nel recente passato ha addirittura pagato per essere “invitato a tavola”e riempirsi la pancia ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...